Stampa


20191117 01Inizia un nuovo anno liturgico, e ritorna il tempo dell’Avvento a risvegliare in noi il senso dell’attesa della venuta di Gesù. Questo tempo però è anche annuncio di un altro evento/avvento: l’attesa della seconda venuta del Cristo nella sua gloria, alla fine dei tempi. Nel rito ambrosiano l'Avvento nasce e si sviluppa sul modello della Quaresima. Come la più importante delle feste dell'anno liturgico, la Pasqua di Risurrezione, prevede un periodo di preparazione, così, attorno al VI secolo, la liturgia sentì il bisogno di un periodo di preparazione anche per la seconda grande festa dell'anno liturgico, cioè il Natale. Come la Quaresima ha una durata di sei settimane ; inizia la prima domenica dopo il giorno di San Martino (11 novembre), ragione per la quale nella tradizione ambrosiana prende anche il nome di Quaresima di San Martino. È un tempo per la memoria e per l’attesa, ma soprattutto è il tempo di vigilare, per comprendere sempre meglio il senso della prima venuta di Cristo, che ha cambiato con la sua presenza e la sua Parola il corso della storia ed anche il nostro percorso umano. Ma oggi siamo invitati a vigilare anche per essere pronti ad accogliere il Signore, che verrà alla fine dei tempi, per manifestare la gloria del Padre. la Chiesa ci aiuta a preparare il cuore per il suo arrivo. Nelle prime due settimane d’Avvento, la liturgia ci invita a vigilare e ad aspettare la venuta gloriosa del Salvatore. Nelle ultime due settimane, ricordando l’attesa dei profeti e di Maria, ci prepariamo in modo particolare per celebrare la nascita di Gesù a Betlemme. Ogni domenica si accende una delle candele, che rappresentano le varie tappe della salvezza. Le candele accese simboleggiano la nostra fede, la nostra allegria. Vengono accese in onore di Gesù che viene a noi. È il momento favorevole per pentirci dei nostri peccati e preparare il cuore all’incontro con il Signore. La celebrazione dell’Avvento esige un cambio di mentalità, una correzione di tutto ciò che è contrario al Vangelo in vista della ricerca della santificazione personale. È un’opportunità per meditare sulla nostra fede, sulla nostra opzione religiosa per Gesù Cristo, sul nostro amore e sul nostro impegno con la Chiesa.